Fondi interprofessionali

Per le aziende è importante conoscere i Fondi Interprofessionali e la loro funzione.

I Fondi Interprofessionali per la formazione continua sono delle realtà associative nate grazie ad accordi stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori.Fondi interprofessionali

I Fondi Interprofessionali finanziano percorsi di formazione professionale rivolti ai dipendenti delle aziende aderenti, allo scopo di diffondere la cultura della formazione permanente e di favorire, quindi, un processo di innovazione e sviluppo nel nostro sistema economico.

Gli avvisi promossi dai Fondi Interprofessionali rappresentano una risposta concreta alla richiesta di crescita professionale e di aggiornamento delle risorse umane, secondo quanto previsto negli obiettivi specifici da raggiungere durante il primo ciclo 2009-2011 dal Consiglio dell’Unione Europea sul quadro strategico per la cooperazione tra gli Stati Membri nel settore dell’istruzione e della formazione (“ET 2020”).

I Fondi Interprofessionali possono fare riferimento a uno o più settori economici: Industria, Agricoltura, Terziario o Artigianato. Oltre a finanziare, in tutto o in parte, i piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, grazie alle modifiche introdotte dall’art. 48 della legge 289/02, i Fondi Interprofessionali possono finanziare ulteriori attività propedeutiche o connesse alle iniziative formative.

La scelta di aderire ad uno qualsiasi dei Fondi Interprofessionali è volontaria e non soggetta ad alcun tipo di vincolo, non comporta spese aggiuntive e deve essere effettuata attraverso la compilazione del modello di denuncia contributiva ex DM10/2 dell’INPS, utilizzato ordinariamente ogni mese da tutte le imprese che sono tenute al versamento del contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria dei propri dipendenti.

Tags: Fondi interprofessionali